giovedì 25 ottobre 2012

il potere TERAPEUTICO del CUCITO

Sono convinta che le attività manuali abbiano un potere terapeutico nei confronti della tristezza e della malinconia.


Sono convinta che quando si perde una persona importante si devano mettere a frutto le cose che lei ti ha insegnato e usare al meglio quello che ti ha lasciato.
Qualche mese fa è toccato a me di perdere mio padre.

Il mio modo di elaborare il dolore è di tentare di dare piano piano nuova vita a cose che gli sono appartenute e che hanno caratterizzato la sua vita.

 








L'idea che le sue cravatte, alcune sgualcite dall'uso, altre fuori moda, finissero nel bidone della Caritas, o peggio, mi  intristiva molto.
Le ho fatte mie.







Le ho lavate, cucite, tagliate e trasformate ...


... in un mio oggetto di uso quotidiano, 

come lo sono state per lui per molti anni.

4 commenti:

  1. Che bell'idea che hai avuto!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  2. Bellissima idea!
    Ma mi dispiace molto per la perdita e brava per aver saputo reagire così!
    Un abbraccio

    RispondiElimina